Made in Italy

Genova, 1974. Camillo Bertelli, titolare di importanti boutique della riviera ligure, decide di infrangere il monopolio inglese nella maglieria con un’intuizione degna del miglior Made in Italy: aggiungere colore alle collezioni di maglieria. Nasce così gentryportofino, con uno stile total look che da subito diventa la sua fashion signature. È nel 1978 che viene siglato l’accordo con la Manifattura Ligure Maglieria (MALIMA), realtà specializzata nella produzione del jersey, a cui fece seguito la nascita di una società a nome MGM volta alla lavorazione e produzione del “calato”, una tecnica pregiata che mantiene le caratteristiche della lavorazione artigianale. In questo modo, da azienda a gestione familiare, gentryportofino diventa una azienda vera e propria, rivolta a diventare uno dei riferimenti del Made in Italy nella fashion industry internazionale: con le immancabili caratteristiche “gentry” (cashmere, cashmere e seta, merino, lino, cotone, viscosa), e in seguito con le T-shirt e le polo, fino al 1980, quando viene introdotta la prima collezione uomo.

Cachemire, eleganza e creatività

Il successo iniziale di gentryportofino nasce dalla visione di Camillo Bertelli: la sua intenzione non si limitava alla creazione di capi in cachemire, ma arrivava a intessere emozioni. Del cachemire, infatti, non vedeva solo la materia, ma soprattutto il potenziale creativo. Per questo, da subito, gentryportofino divenne bottega d’idee per molti stilisti emergenti, che condividevano la visione del fondatore. Come Enrico Coveri, che nel 1975 realizzò la prima vera collezione gentryportofino, a cui fece seguito, nel 1977, Gianfranco Ferré, che firmò la collezione per i due anni successivi. Seguirono altri nomi autorevoli come Martin Margiela, Saverio Palatella e Christina Kim. La visione e le idee gentryportofino divennero un polo gravitazionale nella fashion industry, al punto che celebrati e autorevoli brand come Ralph Lauren, Calvin Klein e Zoran gli affidarono la realizzazione dei propri lavori.

Logo Header Menu